Nero di Troia

Puglia Rosso Uva di Troia Indicazione Geografica Tipica

Terreno: di medio impasto tendente allo sciolto con buona presenza di scheletro

Vitigno: Uva di Troia. Uno dei più antichi vitigni pugliesi. La leggenda vuole che Diomede sbarcò sulle coste del Gargano portando con sé dei tralci di vite che lì trovò il suo habitat naturale.
Sistema d’allevamento a cordone speronato.

Vendemmia: terza decade di ottobre. Raccolta manuale in cassette con selezione in vigneto.

Resa: 80 quintali/ettaro

Vinificazione: in contenitori di acciaio a temperatura controllata (21-23°C) da uve diraspate e pigiate. Macerazione delle bucce sul mosto per 7-12 giorni con frequenti rimontaggi. Fermentazione alcolica indotta con lieviti selezionati, fermentazione malolattica indotta con batteri selezionati.

Affinamento: in acciaio

Note caratteristiche: colore rubino. Caratterizzato da un naso invitante di more selvatiche e prugne. In bocca è morbido e persistente, con evidenti sentori di confettura di frutti rossi.

Abbinamenti: salumi, formaggi stagionati.

Temperatura di servizio: 16-18°C

Alcol 13,5% VOL